Pubblicato in: Uncategorized

Verso Fivizzano: paese natale di Anna Maria

 

Dopo la bellissima celebrazione della Beatificazione del 3 ottobre 2010, Anna Maria Adorni ci invitò a recarci anche a Fivizzano, suo paese natale. Un pulmann di 40 persone cca. insieme con un gruppo di Ancelle, partirono da Parma al mattino del 10 ottobre, per partecipare alla solenne Celebrazione Eucaristica ed ai festeggiamenti organizzati. Era un vero e proprio pellegrinaggio, vissuto in clima di preghiera, di riflessione e di fraternità, illuminato dalla presenza spirituale di Madre Adorni

Giunti a Fivizzano, si ebbe l’occasione di visitare il bel paese toscano e di ripercorrere le stesse vie che Anna Maria percorreva cca. 200 anni fa, soffermandoci davanti a quella casa nella quale abitava insieme ai suoi genitori. La Solenne Celebrazione Eucaristica fu prefissata per le ore 15,30 nel Santuario della Madonna dell’Adorazione di piazza Medicea. Questo solenne momento fu preceduto da un triduo di preparazione, organizzato dal parroco di Fivizzano, Mons. Bernardo Marovelli, iniziato giovedì pomeriggio, alla quale parteciparono anche un gruppo di Ancelle, insieme alla Madre Generale, Sr. Maria Assunta. Esse erano venute da Parma per consegnare la reliquia della Beata Anna Maria Adorni. La portarono quindi, processionalmente nel Santuario e deposto vicino all’altare per la venerazione. Nello stesso giorno, ebbe luogo nella sala dell’ex convento degli Agostiniani, alle ore 21.00, la conferenza di padre Guglielmo Camera, postulatore, che illustrò la figura della nuova Beata, come modello di giovane, sposa, madre e fondatrice.

 A Fivizzano quindi si respirava ormai aria di festa. La Chiesa, gremita di fedeli, attendeva con gioia la Celebrazione. Pellegrini ed amici venuti da diversi parti hanno voluto rendere omaggio alla nuova Beata, ringraziando il Signore per questo grandissimo dono. La santa Messa fu presieduta dal Vescovo emerito mons. Eugenio Binini e concelebrata da tanti sacerdoti venuti da diversi parti, anche da Parma, per fare alcuni nomi: Mons. Armando Bizzi, Don Elio Piazza, Don Giandomenico, padre Antonio Santini. Erano presenti anche le autorità locali del paese, insieme al sindaco Paolo Grassi, la Confraternità della Misericordia e numerosi pellegrini e fedeli.

La celebrazione che ricordò Madre Adorni come la madre della carità e quindi, la madre di tutti, fu occasione di riflettere ed affidarci alla sua protezione ed intercessione. Per essere più tangibile tale presenza, fu predisposta l’inaugurazione di una bellissima statua in marmo raffigurante la Madre, collocata nella zona della Porta di Sotto, all’entrata principale della città.

 

Prima della benedizione finale, tutti i fedeli, insieme ai concelebranti partirono quindi in processione con la reliquia della Beata, da Piazza Medicea verso la Piazza XX Settembre. A splendida opera d’arte realizzata dallo scultore Marco Devoti ci attendeva con le braccia aperte.

«Ho voluto rappresentare i simboli che hanno contraddistinto l’opera di Anna Maria Adorni – svela l’artista carrarese – con il rosario che cinge la vita e il crocefisso scolpito nella mano destra, perché veniva chiamata infatti “crocefisso vivente”, e ai piedi ho realizzato dei simboli che rappresentano gli ostacoli sia fisici che morali che hanno contraddistinto il cammino di Madre Adorni».   Dopo l’inaugurazione della statua, accompagnata dalla banda musicale e dagli applausi, la processione fece ritorno al Santuario, per la benedizione finale. Seguì poi lo spettacolo degli Sbandieratori in piazza Medicea ed un momento di agape fraterna, in un clima di serenità e di festa.

Al ritorno verso Parma, ci sembrava di poter toccare con la mano la presenza di Madre Adorni, che dolcemente ci guardava, invitandoci ad essere migliori. Ed anche ora, ci sembra di continuare a sentire la sua voce, che ci invita insistentemente a guardare in alto e a rivolgere lo sguardo verso la medesima direzione dove guardava lei: verso Gesù, l’unico orientamento valido della vita.

     

Autore:

Congregazione religiosa fondata da Anna Maria Adorni nel 1857.

Un pensiero riguardo “Verso Fivizzano: paese natale di Anna Maria

  1. Carissime Ancelle,
    meravigliosi momenti descritti con tanto trasporto che consentono a tutti, anche non presenti di viverli insieme a tutte voi….
    la statua dedicata alla Beata Madre Adorni è esattamente come l’immaginavo…luminosissima e ispiratrice. Abbracci
    Carmen

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...